02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00
Assicurando: il blog di Assicurazione.it

Risparmiare sui costi auto

Gli italiani tagliano le spese auto

8 marzo 2013

Meno garanzie accessorie, addio all’auto di proprietà e nel peggiore dei casi mezzi che circolano senza polizza obbligatoria. In tempi di crisi, i costi legati all’Rc auto incidono profondamente sul budget familiare e gli italiani si difendono tagliando dove e come possono.

Caro polizze per i tanti sinistri

Le assicurazioni Rc auto in Italia sono troppo care soprattutto per la scarsa concorrenza tra le compagnie. Lo dicono l’Antitrust, l’Istat, i consumatori e le associazioni di categoria. L’autorità garante per la concorrenza e il mercato (Agcm) ha effettuato un’indagine conoscitiva per evidenziare le storture del mercato, spiegare i principali costi delle compagnie e i prezzi per i clienti finali.

Dall’indagine si evince che il premio medio italiano è più del doppio di quello francese, supera quello tedesco dell’80% circa e quello olandese di quasi il 70% (periodo 2006-2010).

D’altro canto la frequenza degli incidenti è doppia rispetto ai cugini d’oltralpe e all’Olanda e supera di un terzo quella degli automobilisti tedeschi.

E sulle frodi proprio non ci siamo: il numero dei reati accertati ai danni delle compagnie in Italia è quattro volte inferiore a quanto accade nel Regno Unito e al 50% rispetto alle compagnie francesi. Tanti sinistri fantasma, dunque, ma repressione delle frodi al minimo in Italia.

Quindi le tariffe vanno su anche per colpa dei risarcimenti “spericolati”. L’Istat registra a gennaio un’impennata del 2,7% su base annua, meno rispetto al mese precedente (+3,5%), ma ben al di sopra dell’inflazione ferma al 2,2%. Secondo una ricerca Aiba, l’Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni, effettuata sulla base dei prezzi di listino delle compagnie per le sole automobili e per i profili con maggior numero di assicurati, è stato notevole l’incremento di prezzo soprattutto per le polizze vendute in banca, che sono schizzate su del 12%.

Trasloco basso tra compagnie

Tagliare sulle garanzie accessorie è uno dei modi per non privarsi di una polizza, ma soltanto di alcune sue coperture per ritoccare in giù il proprio premio. Secondo l’Aiba crolla infatti dello 8% la richiesta di garanzie accessorie (incendio, furto, kasko, ecc).

Altro modo per alleggerire la spesa è valutare con cura le varie offerte, ma a volte non si riesce a farlo fino in fondo perché sono di difficile comparazione. E l’indagine dell’antitrust va in questa direzione, servendo un assist al nuovo “contratto base” più facile da consultare.

Nel periodo 2007-2010, infatti, solo le compagnie che operano su internet o call center hanno registrato una grande mobilità in ingresso, circa il 20%. Sfortunatamente  sono ancora minoritarie (5% delle torta totale) rispetto alle società tradizionali.

L’authority sottolinea l’importanza dell'agente plurimandatario e incentiva le compagnie a introdurre nuovi modelli contrattuali che consentano, a fronte di sconti consistenti da garantire all'assicurato, la riduzione dei costi tramite lo sviluppo del risarcimento in forma specifica. Quello che poi desidera anche l’Ania. L’industria delle assicurazioni chiede la revisione del calcolo dei forfait nel sistema del risarcimento diretto, per permettere a ogni singola compagnia di controllare come e quanto è stato liquidato per i danni causati dal proprio assicurato ed evitare frodi e speculazioni.

Al tempo stesso, l’Ania sta lavorando con l’Ivass (l’ex Isvap) per costruire le banche dati per ridurre (a tendere) i prezzi, ma soprattutto evitare lo spiacevole oltre che illegale fenomeno dei mezzi senza polizza. Secondo le associazioni dei consumatori il dato è scioccante:  sulle strade italiane circolano oggi tra i 3,5 e i 4 milioni di automobili sprovviste di copertura assicurativa e i numeri sono costantemente in crescita. Alla base di tale fenomeno ci sarebbero proprio le tariffe rc auto. Le conseguenze: gli incidenti causati da veicoli non assicurati volano a +20% dal 2009 al 2011 (Aiba).

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni. Bastano 3 minuti!

Il profilo dell'autore

Silvio Nobili

Foggiano, laureato in Giurisprudenza alla Luiss Guido Carli di Roma, avvocato e giornalista, da anni si occupa di questioni legate alla concorrenza, alle Autorità indipendenti e alle novità di internet. Ha lavorato nella redazione di ItaliaOggi e Capital e collaborato con numerose testate tra cui Corriere della sera Magazine, Mf/MilanoFinanza, AffariItaliani.it, ClassCnbc tv, l'Agenzia di stampa Italpress.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.