02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00
Assicurando: il blog di Assicurazione.it

Nuove misure per ridurre i costi

Le nuove armi anti-frode

16 novembre 2012

Un nuovo istituto di vigilanza e controlli incrociati tra una decina di banche dati. Sono due delle nuove armi impugnate dallo Stato contro le frodi assicurative, previste nel decreto sviluppo bis entrato in vigore lo scorso 20 ottobre.

Con le “Misure per l'individuazione ed il contrasto delle frodi assicurative” si vuole combattere il fenomeno per ridurre i costi delle imprese e del sistema in generale e al contempo tentare di far scendere i premi per chi paga regolarmente. Tentativi obbligati e necessari a fronte dell’aumento dei prezzi medi di listino della rc auto, cresciuti secondo l’Isvap oltre il tasso di inflazione (pari al 3,2%). In particolare, osservando l’andamento dei premi relativi a 11 profili standard, si nota un’impennata nel Mezzogiorno, con aumenti che vanno dal 3,6% per un neomaggiorenne in sella a uno scooter al 10,3% per un motociclista 18enne.

Cervellone “ficcanaso”

Nasce un cervellone informatico che incrocia un gran numero di archivi, da quelli appena istituiti, a quelli recenti (ma mai andati a regime) a quelli già esistenti (archivio nazionale dei veicoli, anagrafe nazionale degli abilitati alla guida, Pubblico registro automobilistico presso l'Automobile Club d'Italia, banca dati Consap per la gestione del fondo di garanzia per le vittime della strada). Una lotta senza confini che può andare anche oltre ciò che è puntualmente indicato nella norma e non risparmiare ogni altro eventuale archivio pubblico o privato, che tuttavia dovrà essere individuato con decreto del Ministro dello sviluppo economico e del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, sentiti i Ministeri competenti e il nuovo Ivass.

Dall’accesso indiscriminato alle informazioni presenti all’interno di questi contenitori emergeranno profili di tutela della privacy e garanzia della riservatezza dei dati personali. Ed infatti, il ministero si mette al riparo da ricorsi e azioni, chiedendo un parere al Garante per la protezione dei dati, affinché stabilisca le modalità di connessione tra database nonché le condizioni per acquisire, gestire e conservare tali informazioni da parte delle autorità e delle compagnie.

Saranno proprio queste ultime, nella maggior parte dei casi, a dover far confluire tutte le informazioni richieste verso il cervellone informatico, prime fra tutte le polizze sottoscritte presso di loro e le armi che loro hanno predisposto per arginare sinistri fantasma e risarcimenti in frode.

Dall’Isvap all’Ivass: scatta l’allerta preventiva

Addio Isvap. Benvenuto Ivass il nuovo Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo. Obiettivo: prevenire le frodi nel settore rc auto, moto e natanti. In pratica, si vogliono contrastare i risarcimenti fasulli in modo preventivo, come accadeva per gli omicidi nel film Minority report. Come? Rendendo tutto tracciabile e garantendo all’Ivass la gestione dell’archivio integrato di cui sopra, nonché l’analisi e l’elaborazione dei dati in esso presenti. L’obiettivo è creare una reportistica dell’andamento dell’rc auto e della relativa liquidazione dei sinistri da fornire al legislatore sia per individuare i casi di sospetta frode sia per stabilire un meccanismo di allerta preventiva contro le frodi.

Cosa potrà fare l’Ivass? Chiedere alle compagnie di essere più attente, segnalare loro casi sospetti di frode e nel caso supportarle per denunciare l’accaduto.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni. Bastano 3 minuti!

Il profilo dell'autore

Silvio Nobili

Foggiano, laureato in Giurisprudenza alla Luiss Guido Carli di Roma, avvocato e giornalista, da anni si occupa di questioni legate alla concorrenza, alle Autorità indipendenti e alle novità di internet. Ha lavorato nella redazione di ItaliaOggi e Capital e collaborato con numerose testate tra cui Corriere della sera Magazine, Mf/MilanoFinanza, AffariItaliani.it, ClassCnbc tv, l'Agenzia di stampa Italpress.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.