02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurando: il blog di Assicurazione.it

Auto elettriche, a Torino arrivano i parcheggi con strisce verdi

Parcheggio riservato se l'auto è green

31 dicembre 2018
Auto elettriche, a Torino arrivano i parcheggi con strisce verdi

Le amministrazioni sia nazionali che locali sono alle prese con il dilemma dell'inquinamento. Ridurre il traffico o i veicoli ad alto impatto ambientale è una sfida difficile e in questi anni le iniziative si sono moltiplicate e diversificate. Spesso con poca fantasia come i blocchi domenicali o le targhe alterne. Milano porta avanti il piano sulla mobilità controllata a zone e il Governo vuole mettere nella manovra incentivi per le auto elettriche abbinate a tasse più alte per i veicoli più inquinanti.

Una proposta interessante e che mostra decisamente un pizzico di intraprendenza più coraggiosa è quella del Comune di Torino che punta a incentivare i veicoli ad alimentazione alternativa: le “strisce verdi”. Ogni cittadino che possegga un'auto elettrica può chiedere e ottenere un posteggio gratuito sotto casa o davanti alla propria attività commerciale delimitata da strisce verdi e dotata di colonnina per la ricarica. È fatto divieto alle auto a benzina o diesel di parcheggiare in questi spazi, pena una salata contravvenzione.

Il progetto fa parte di un piano più ampio che punta a installare nella città della Mole 214 nuove colonnine di ricarica in aggiunta alle 200 già presenti.

"A oggi - spiega l'assessore alla Mobilità Maria Lapietra - abbiamo ricevuto proposte da 3 società, Iren, Enel e Be Charge, per un totale di 288 colonnine, 214 delle quali sono state giudicate 'accettabili'. A queste se ne aggiungono 52 che potranno essere richieste dai cittadini". Rispetto alla dotazione attuale, evidenzia la sindaca Chiara Appendino, "raddoppiamo il numero di punti ricarica, una cosa molto significativa. Stiamo infrastrutturando la città per incentivare una mobilità più sostenibile e siamo orgogliosi di essere la prima città che mette insieme un sistema con più colonnine, impianti su richiesta e posti dedicati. Un passo avanti importante".

L'iniziativa potrebbe essere ben accolta dai cittadini. Una delle paure più diffuse infatti per chi valuta l'auto elettrica è la possibilità di non riuscire a ricaricarla, restando di fatto a piedi. Se si fosse in grado di superare questo problema potrebbe essere un momento di svolta per i veicoli green, anche perché in Italia siamo messi piuttosto male: nel 2017 sono state vendute 4.827 auto elettriche, appena lo 0,24% del totale.

Per il 2018 il trend è positivo con un aumento dell'89% (almeno per i primi 6 mesi dell'anno), ma siamo ancora lontanissimi dagli altri Paesi europei. L'esempio più virtuoso è la Norvegia dove i veicoli venduti nel 2017 sono stati 62mila. Ma il dato più impressionante è che si tratta del 39% di tutte le auto vendute. E da gennaio scorso, per la prima volta nella storia, le auto elettriche vendute nel paese scandinavo hanno superato quelle dei veicoli con motore endotermico. Al secondo posto in Europa si piazza la Germania con quasi 55mila immatricolazioni, più del doppio del 2016 (+117%), che sorpassa sia la Gran Bretagna, a quota 47.000 (+27%), sia la Francia (37mila, +26%). Questi primi quattro stati rappresentano da soli il 70% del totale in Europa.

Tutte le iniziative che possano aiutarci a migliorare il nostro parco auto e di conseguenza la qualità dell'aria nelle nostre città sono ben accette, se poi in più possono risolvere il problema del parcheggio tanto meglio.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni. Bastano 3 minuti!

Il profilo dell'autore

Christian Toscano

Laureato in filosofia alla Statale di Milano e in Marketing all’Università Iulm, si occupa di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ha lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della sua carriera ha intervistato numerosi professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Appassionato di viaggi e sociologia, cerca di trascorrere all’estero almeno un mese all’anno.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.