02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurando: il blog di Assicurazione.it

Auto a diesel: crollo delle vendite ad agosto

Ad agosto le vendite di veicoli a gasolio sono calate del 34%

9 settembre 2019
Auto a diesel: crollo delle vendite ad agosto

Continua il declino del diesel nei dati di vendita. Gli acquisti di nuove auto in Italia nel mese di agosto hanno fatto segnare un record negativo per quello che era sicuramente tra i sistemi di alimentazione preferiti dagli italiani. In particolare le auto a diesel hanno fatto segnare un lapidario -34%, perdendo il 18,1% della quota di mercato. Di contro salgono quelle a benzina con un +45% nei volumi, bene anche il GPL, +18%, mentre le elettriche hanno registrato un +181,1% sostenute dell'ecobonus di incentivi statali. Ovviamente le elettriche pur crescendo tanto percentualmente, restano comunque una quota minoritaria in termini assoluti.

Ma cosa sta succedendo al diesel? Che scomparirà a breve è improbabile, lo prova anche il mercato delle auto usate che nello stesso mese è stato egemonizzato dal gasolio: il 54,7% dei passaggi di proprietà del mese di agosto riguardava auto a diesel, in aumento del 3,2%.

Per uscire dalla giungla delle percentuali, quello che sta succedendo è che molti sono preoccupati che questo tipo di alimentazione venga definitivamente vietata a breve. Diverse città italiane hanno decretato blocchi per le vetture a diesel di vecchia generazione e si teme che a lungo andare questi blocchi diventeranno sempre più pressanti per quello che viene indicato come il più inquinante dei motori.

Per questo chi decide di acquistare un'auto nuova non scommette sul diesel, immaginando una durata di vita piuttosto lunga della sua vettura, ma che il diesel resti comunque apprezzato lo dimostrano gli acquisti nell'usato, dove ci si prospetta una durata inferiore.

Se le amministrazioni comunali condannano il gasolio, i produttori hanno un'opinione diversa e si schierano a sua difesa, fanno a gara a portare dati secondo cui i motori di ultima generazione sono paragonabili se non migliori di quelli a benzina. Difficilmente però il diesel riuscirà a scrollarsi di dosso il marchio di peggiore della classe in termini di inquinamento atmosferico.

A proposito di inquinamento: secondo una ricerca dell'Agenzia Internazionale dell'Energia, l'Italia sembra essere messa bene in confronto con gli altri Paesi. Stando ai dati raccolti ad avere le auto meno efficienti sono i Canadesi, seguiti da Stati Uniti, Filippine e Federazione Russa. In generale i Paesi dell'Unione Europea sono tra i più virtuosi e tra questi anche l'Italia. Ciò è dovuto non tanto alla qualità dei veicoli circolanti (sappiamo che in Italia le auto che circolano sono mediamente piuttosto vecchie) ma alle dimensioni e all'efficienza. La preferenza per pickup, Suv e auto di grosse dimensioni nel continente Americano porta a un aumento delle emissioni, mentre il panorama prevalentemente cittadino e la diffusione di piccole vetture in Italia e in generale in Europa ci permette di essere fondamentalmente virtuosi. 

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni. Bastano 3 minuti!

Il profilo dell'autore

Christian Toscano

Laureato in filosofia alla Statale di Milano e in Marketing all’Università Iulm, si occupa di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ha lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della sua carriera ha intervistato numerosi professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Appassionato di viaggi e sociologia, cerca di trascorrere all’estero almeno un mese all’anno.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.