02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00
Assicurando: il blog di Assicurazione.it

Attese positive per ramo danni

Trend 2014: “danni” batte “vita”

13 gennaio 2014

Il carburante, le tasse, le multe aumentano e di conseguenza circolano meno auto. Il che vuol dire meno sinistri per i conducenti e riduzione dei costi per le compagnie. Un quadro che a tariffe stabili o in aumento porta a un miglioramento del ramo danni nel 2013 con buone prospettive per il 2014. A dipingerlo è la società di consulenza, ricerca, analisi e rating Moody’s che prospetta un trend positivo per il settore.

Le tinte del ramo danni sembrano delle più rosee: dopo aver raggiunto un forte picco nel 2013, Moody's si aspetta una lieve diminuzione della redditività tecnica nel 2014, anche grazie all’aumento della concorrenza nel settore auto. Tuttavia il mercato italiano analizzato dalla società crescerà e rimarrà uno dei più redditizi in tutta Europa.

I colori si fanno più foschi per il ramo vita. Per questo ramo  il cosiddetto “outlook”, ovvero le previsioni  sui margini di miglioramento delle compagnie assicurative italiane rimane negativo. Le cause? I bassi tassi di risparmio e l'alto tasso di disoccupazione (che tra l’altro potrebbe anche aumentare), un mercato volatile e per niente maturo che fa vendere ancora poche polizze e diminuisce la redditività del comparto.

Le banche “zavorrano” la crescita

Per spiegare il mondo “assicurazioni” lo sguardo deve spingersi oltre e raggiungere il panorama bancario e creditizio del Paese. In generale banche e compagnie tricolori non se la passano proprio bene, questo si sa: le società non hanno troppi capitali da investire nel settore, comportando un’importante riduzione del loro portafoglio assicurativo. Tradotto in parole semplici: il sistema finanziario ha investito oltre il 50% dei propri asset in titoli di Stato italiani (circa 240 miliardi di euro al 30 settembre 2013), pertanto sono soggetti ad un significativo rischio di concentrazione in titoli sovrani. La loro asset quality è strettamente legata alla qualità del credito sovrano in Italia, che non è proprio ai suoi massimi storici…

Ma l’Ania non concorda…

Le previsioni diffuse dall’Ania (Associazione Nazionale Imprese Assicuratrici) nel Rapporto annuale dell’Associazione alla comunità finanziaria parlano invece di una crescita complessiva del settore (ramo danni+ ramo vita) e un 2013 a + 8,8% rispetto al 2012, anno che invece si era chiuso piuttosto in rosso  segnando un  -4,3%. Un segnale positivo che è sta diventando trend alla luce del fatto che anche il 2012 era stato l’anno della ripresa e aveva registrato il ritorno all’utile per 5,8 miliardi di euro in seguito alla perdita cumulata di 4,4 miliardi nel biennio 2010-2012. Al contrario di quanto previsto da Moody’s, però, la ripresa non sarà trainata dal settore danni, ma sarà caratterizzata positivamente dal ramo vita, che volerà a +22%. Pessima la performance delle coperture danni , che a fine anno porterà a una perdita del 3,5% zavorrata maggiormente dal comparto Rc Auto, che chiuderà peggio che nel 2012. A fargli eco il presidente dell’Ivass, salvatore Rossi che spiega il fenomeno con la “perdurante sottoassicurazione del sistema, particolarmente

acuta nel settore danni”, mentre nel settore vita si assiste alla prevalenza dei prodotti con finalità di investimento a medio termine con una scarsa scelta e diffusione delle polizze con contenuto  previdenziale.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni. Bastano 3 minuti!

Il profilo dell'autore

Silvio Nobili

Foggiano, laureato in Giurisprudenza alla Luiss Guido Carli di Roma, avvocato e giornalista, da anni si occupa di questioni legate alla concorrenza, alle Autorità indipendenti e alle novità di internet. Ha lavorato nella redazione di ItaliaOggi e Capital e collaborato con numerose testate tra cui Corriere della sera Magazine, Mf/MilanoFinanza, AffariItaliani.it, ClassCnbc tv, l'Agenzia di stampa Italpress.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.