02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00
Assicurando: il blog di Assicurazione.it

Assicurare viaggi e bagagli

Viaggio andato male? Ecco come chiedere un rimborso

17 gennaio 2013

La crisi ha imposto tagli anche sui divertimenti, ma sono ancora molti gli italiani andati in viaggio per le ferie natalizie e la maggior parte sono anche già tornati. Ma per alcuni potrebbe non essere andata come si sperava per un imprevisto, una malattia o perché magari la vacanza non c’è proprio stata, perché il volo è stato cancellato o non si è potuti arrivare per un contrattempo dell’ultima ora.

Per questi e altri motivi esistono le assicurazioni viaggi, modulari e flessibili, per pochi giorni, il tempo della vacanza, o annuali, che possono coprire tutto ciò che concerne il viaggio o soltanto singoli aspetti (malattia, bagaglio, trasporti etc.).

Chi ne ha sottoscritta una per garantirsi o soltanto perché glielo ha proposto l’agenzia di viaggi si trova a doversi fare strada in un labirinto di clausole per poter ottenere un rimborso; ecco perché qualche consiglio per capire come chiedere l’indennizzo che gli spetta può essere utile.

Tenere informata la compagnia e conservare i “pezzi di carta”

La normativa vigente nell’Unione Europea prevede che le parti possano scegliere l’ordinamento a cui fare riferimento nell’applicazione e interpretazione del contratto. Quindi, salvo scelte espresse differenti, la polizza è soggetta alle leggi dello Stato italiano, con le conseguenze di natura civilistica sulla sua applicazione.

Gli effetti della copertura assicurativa cominciano dalla mezzanotte del giorno successivo a quello in cui si è effettuato il pagamento e terminano alla mezzanotte del giorno di scadenza, nel caso dell’annullamento del viaggio al momento in cui si utilizza il primo servizio di trasporto previsto.

Perdere il bagaglio o subire un furto è un “classico” delle convulse ferie di massa. Se viene perso, rubato o soltanto consegnato giorni dopo l’arrivo è possibile acquistare l’occorrente per la vacanza e farselo rimborsare successivamente. Per richiedere l’indennizzo, conservare scrupolosamente tutti gli scontrini e le ricevute fiscali degli acquisti effettuati per documentare le spese. Se per gli acquisti è stato necessario cambiare valuta oppure prelevare dal bancomat, conservare anche queste ricevute per commissioni di cambio o altro.

Prima di dare per persi i nostri effetti personali, abiti, macchine fotografiche e quant’altro, una buona raccomandazione è quella di informare la struttura alberghiera in cui si alloggia, la società che cura il trasporto o la compagnia stessa in modo da poter recuperare valigie e borse nel caso di recapito. Se ci si rende conto del danneggiamento, del furto o dello smarrimento di tutto il bagaglio o di una parte di esso, bisogna denunciarlo alle autorità competenti entro 24 ore, compilare e consegnare l’apposito form di reclamo PIR (Property Irregular Report) all’aeroporto. Il verbale della denuncia va poi conservato con cura.

In questo frangente come negli altri casi non deve mai mancare la comunicazione dell’informazione alla compagnia assicuratrice, che potrebbe essere anche d’aiuto per capire come muoversi.

Il discorso è valido anche per le polizze sanitarie che garantiscono assistenza medica, medicinali, degenza, operazioni ed eventualmente rimpatrio. È bene leggere la polizza perché alcuni contratti prevedono il contestuale (o subito successivo) espletamento di una particolare procedura per comunicare l’incidente: call center della compagnia, fax, sito internet dedicato. Dopo aver informato in maniera tempestiva la propria compagnia di assicurazione, se si ricorre alle cure di un dottore, richiedere sempre il rilascio di un certificato, come avviene per le polizze sanitarie in Italia e mettere da parte, anche in questa situazione, scontrini e ricevute a ogni spesa che si è sostenuta.

Non essere potuti partire per il tanto agognato viaggio è il peggior epilogo di una vacanza, ma è comunque possibile assicurarsi anche per questa eventualità. Tra le cause che impediscono la partenza e che possono dare diritto a un risarcimento ci sono l’impossibilità di arrivare nel luogo di partenza all’orario indicato per eventi socio-politici, naturali o incidenti, motivi di lavoro (cancellazione ferie), malattia grave certificata.

Comunicare il sinistro, focus sulle scadenze

Sembra banale, ma è imprescindibile conoscere qual è il limite temporale a disposizione per inviare la richiesta. Se ci si rende conto di non riuscire a reperire tutti i documenti richiesti, meglio inviare subito la domanda in modo da aprire il sinistro e interrompere i termini, e poi integrare la richiesta in un secondo momento.

I moduli si trovano di solito allegati alla polizza o sui siti internet delle compagnie. Cura e attenzione durante la compilazione del modulo faranno risparmiare tempo e beghe con gli uffici liquidazione sinistri…

Oltre a riportare i propri dati, spiegare chiaramente ma sinteticamente l’accaduto, magari descrivendo i fatti in ordine cronologico e in punti elenco. Non è un quiz di ammissione all’università, è sufficiente comporre un tema come alle elementari. Chi legge apprezzerà e la pratica viaggerà più fluidamente. In caso di problemi relativi al bagaglio, la richiesta di indennizzo e rimborso si effettua prima alla compagnia aerea e dopo a quella assicuratrice.

In coda indicare tutti gli allegati, magari assegnandogli un numero progressivo o una lettera (allegato 1, allegato 2 etc.), facendo una copia di tutto prima di chiudere la busta e spedire (all’assicurazione, come è noto, vanno sempre gli originali).

Il dialogo con la compagnia deve essere tracciabile e quindi andrà instaurato sempre tramite raccomandata A/R o Pec se prevista dal contratto.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni. Bastano 3 minuti!

Il profilo dell'autore

Silvio Nobili

Foggiano, laureato in Giurisprudenza alla Luiss Guido Carli di Roma, avvocato e giornalista, da anni si occupa di questioni legate alla concorrenza, alle Autorità indipendenti e alle novità di internet. Ha lavorato nella redazione di ItaliaOggi e Capital e collaborato con numerose testate tra cui Corriere della sera Magazine, Mf/MilanoFinanza, AffariItaliani.it, ClassCnbc tv, l'Agenzia di stampa Italpress.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.