02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00
Assicurando: il blog di Assicurazione.it

Addio al diesel, si muovono anche i sindaci di Milano e Roma

Per le auto a gasolio si va verso il viale del tramonto

12 marzo 2018
Addio al diesel, si muovono anche i sindaci di Milano e Roma

Il coro sembra sempre più compatto: stop al diesel. Da più parti infatti si registrano dichiarazioni di guerra a quello che è stato dichiarato il sistema di alimentazione delle auto più inquinante di tutti. A dare il via alla crociata l'Organizzazione Mondiale della Sanità che nel 2012 aveva portato alla luce “prove scientifiche inconfutabili […] che le emanazioni dei motori diesel causano il tumore al polmone e l'esposizione a questa miscela di prodotti chimici deve essere ridotta in tutto il mondo”.

I gas di scarico di questo tipo di propulsore sono da allora classificati nel “gruppo 1”, quello delle sostanze cancerogene certe (mentre in precedenza erano annoverati nel “gruppo 2” delle sostanze ”probabilmente” cancerogene per l’uomo).

Nonostante i progressi tecnici in questo ambito abbiano permesso qualche passo avanti, la situazione è rimasta la stessa, anzi è decisamente peggiorata a seguito del cosiddetto “Dieselgate”, lo scandalo legato a un software che Wolkswagen aveva installato in 11 milioni di vetture per far emettere ai motori diesel livelli di gas inquinanti inferiori a quelli effettivi quando erano sottoposti a test di rilevamento: uno scandalo poi estesosi ad altre case automobilistiche.

Da allora i provvedimenti di varie amministrazioni a vari livelli in tutto il mondo si sono moltiplicati: i governi di Francia, Regno Unito, Norvegia e India hanno reso noti piani per vietare i motori diesel nel prossimo futuro. Alcune indicazioni fanno pensare che potrebbe fare altrettanto persino il governo tedesco.

In Italia non ci sono pronunce a livello nazionale, ma per esempio Virginia Raggi, sindaco di Roma, annuncia che dal 2024 i veicoli a motore diesel saranno banditi dal centro storico della capitale. Ancora più incisivo l'impegno di Milano, con il sindaco che ha messo a disposizione dell’Atm (la municipalizzata dei trasporti) quasi due miliardi di euro per acquistare dal 2020 solo bus elettrici, da affiancare alle 5 linee della metropolitana, ma anche per ristrutturare completamente alcuni depositi e dotarli dei sistemi di alimentazione elettrica necessari.

Se ne parla da tanto ma segnali così sostanziosi e convergenti non si erano mai visti: nonostante ci siano ancora strenui difensori, forse sta davvero arrivando il momento di dire addio ai motori a diesel.

Commenti

    Nessun commento

Scrivi un commento

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni. Bastano 3 minuti!

Il profilo dell'autore

Christian Toscano

Laureato in filosofia alla Statale di Milano e in Marketing all’Università Iulm, si occupa di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ha lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della sua carriera ha intervistato numerosi professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Appassionato di viaggi e sociologia, cerca di trascorrere all’estero almeno un mese all’anno.

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.