Mondo Assicurazioni

Arriva il tagliando auto on line

Verso il contrassegno elettronico

3 marzo 2011
Arriva il tagliando auto on line

Brusca accelerata verso l’attuazione del testo antifrode approvato in Commissione Finanze alla Camera. In attesa che la famigerata agenzia antifrode cominci a prendere corpo e che il database dei sinistri venga messo a punto, è già tempo di pensare alla novità principale contenuta nel testo che ha avuto il primo ok a Montecitorio: il contrassegno elettronico.

Le stesse compagnie avvertono che non basterà uno schiocco di dita per passare dal cartaceo all’online, ma sono le prime a essere convinte sulla utilità di questa svolta epocale: questa misura infatti, come hanno sostenuto Isvap, Ania e tutti i più grandi colossi assicurativi, è quella che più di ogni altra può mettere la parola fine sul malcostume delle frodi nel settore Rc Auto. Il 2010 è stato la goccia che ha fatto traboccare il vaso: l’Isvap ha ravvisato ben 3 milioni di casi di frode. E si è finalmente giunti a una consapevolezza: col cartaceo, per quanto si possano intensificare e ramificare i controlli, è pressoché impossibile stanare tutti coloro che imbrogliano. Andando avanti in quel modo, si sarebbe raggiunto un solo risultato: aumenti sconsiderati di tutte le tariffe per auto e moto, come del resto è accaduto negli ultimi cinque anni.

Il nuovo contrassegno autoin contrassegno virtuale entrerà in funzione entro i prossimi 2 anni, spedendo in soffitta in via definitiva quello cartaceo. Questa sorta di documento virtuale verrà inserito nei pc antifrode e creerà una specie di database identificativo. Ciò faciliterà non poco il lavoro degli addetti ai lavori del settore, che in pochi istanti potranno effettuare tutte le ricerche del caso e verificare dove si è in presenza di comportamenti fraudolenti e dove no. E consentirà anche un maggior interscambio di informazioni tra le diverse realtà assicurative e anche tra una zona e l’altra del paese.

Quello delle truffe alle assicurazioni è uno dei parametri che più influisce di piùnelle diversità dei premi tra Nord e Sud al momento del rinnovo della polizza RC Auto. Nelle città meridionali le tariffe sono più care, anche del 300%, rispetto a quelle settentrionali. Secondo le compagnie, in Italia solo il 3% dei sinistri è falso, ma in alcune regioni del Sud come Campania e Puglia la percentuale sale sopra il 10%, con alcune provincie che riescono ad arrivare fino al 16-17%. Soprattutto, nel Meridione, la dematerializzazione del vecchio contrassegno cartaceo può rappresentare un’autentica svolta nella prevenzione dei comportamenti fraudolenti.

Va ricordato, infine, che altre norme prevedono o aumentano le sanzioni per chi danneggia o falsifica le informazioni della banca dati e anche per i periti che stimano falsamente i danni in seguito a un incidente. Ci vorrà del tempo prima che tutti i gruppi assicurativi riescano a mettere a punto il passaggio dal cartaceo al virtuale – dicono dall’Isvap – ma è naturale che tutti si attrezzeranno, perché il settore RC Auto era arrivato a un punto di non ritorno in tema di frodi. Dunque sarà un processo complesso, ma alla fine cambierà la vita sia alle assicurazioni che ai clienti.

di Valerio Mingarelli

Preventivo Assicurazioni

Calcola il prezzo della tua assicurazione auto o moto utilizzando il nostro comparatore di assicurazioni. Bastano 3 minuti!

Assicurazioni confrontate

I servizi di confronto di Assicurazione.it non riguardano solo il mondo auto e moto: ecco la lista completa dei prodotti a tua disposizione.